top of page

Itinerari Sardegna - Archeologia a Paulilatino, Abbasanta e Bauladu

❎ 🚩 La Sardegna oltre al Mare oggi è completamente dedicata all'archeologia!

Un tour che vi prenderà tutta la giornata e che si svolgerà in tre comuni confinanti: Bauladu, Paulilatino e Abbassata. Ovviamente parliamo di tre comuni con centinaia di monumenti fantastici, quindi so bene che molti di voi scriveranno: "ma come? E il nuraghe Oschina di Paulilatino? Ed il Santa Barbara di Bauladu? E il nuraghe Aiga di Abbasanta?"

Tranquilli, farò tantissimi altri post su questi comuni 😄 quindi, partiamo con il nostro tour odierno.



1️⃣ Nuraghe Crabia (Bauladu)

Questo bellissimo monotorre è visibile dalla ss131 subito dopo Bauladu in direzione Sassari. Immerso tra ulivi secolari il Crabia domina tutta la valle sottostante, il suo stato di conservazione è ottimo, ma la sua vera bellezza sta dentro.

Varcato l'ingresso si percorre il corridoio per circa due metri, dove sono visibili due aperture laterali, a sinistra parte la scala che porta al piano superiore, a destra una "classica nicchia".

Ma la vera sorpresa si trova nella camera. Inizialmente sembrerebbe tutto normale, tre nicchie disposte ad ore 9 12 e 15 dall'ingresso. Ma osservando bene si notano delle caratteristiche singolari: la nicchia a ore 9 possiede un architrave con finestrella di scarico, e questo già rende il Crabia unico, ma non basta.... la nicchia a ore 15 riserva una sorpresa ancora più grande!

Al suo interno parte una scala che conduce ad un piccolo ambiente che termina sopra il corridoio d'ingresso: un bellissimo mezzanino dove è possibile osservare chi entra nel nuraghe senza essere visti. Una sorta di "spioncino" 😄.


📍Nuraghe Crabia



2️⃣ Area archeologica Santa Cristina. (Paulilatino)

Si potrebbero scrivere milioni di righe, ma cerco di sintetizzare il più possibile. Sicuramente la vera star del sito è lui, il pozzo sacro. Questa meraviglia sembra voler sfidare il tempo, ma soprattutto è la dimostrazione assoluta di quanto questo popolo fosse sviluppato, e avesse capacità costruttive a noi ancora ignote.

L'area comunque non si limita solo a questo gioiello, ma possiede moltissime altre sorprese... il tour è accompagnato da guide preparatissime che vi faranno viaggiare nel tempo.

AREA ARCHEOLOGICA, alberi, ulivi, pozzo
Area archeologica Santa Cristina (Paulilatino) - Ph. BIBI PINNA

Si parte dalla parte più recente, quella cristiana, precisamente dal novenario di Santa Cristina, con i bellissimi muristenes (piccoli alloggi per i pellegrini) e la piccola chiesa campestre del XIII sec. Successivamente si passa all'area del villaggio e del nuraghe, dove maestosi ulivi secolari (se non millenari) vi accoglieranno in un'atmosfera che sa di fiaba! Sono presenti le chiare tracce del riutilizzo nel tempo di tutta l'area, lo testimonia anche la presenza di una tomba a cassone di epoca bizantina. Il nuraghe conserva la copertura intatta.

Successivamente si passa alla terza parte del parco: quella del pozzo, dove si può visitare anche una bellissima capanna delle riunioni. La visita dura circa un ora ma potete fermarvi tutto il tempo che volete, con lo stesso biglietto è possibile visitare anche il bellissimo museo etnografico di Palazzo Atzori nel centro storico di Paulilatino. Assolutamente da non perdere!


📍Parco Archeologico Santa Cristina

0785 55438



ferrovia, tomba dei giganti, pietre, albero
Tomba dei giganti di Mura Cuada (Paulilatino) - Ph. BIBI PINNA

3️⃣ Tomba dei giganti di Mura Cuada (Paulilatino)

Questa è la tappa più impegnativa della giornata, sia per la scarsa segnaletica che per la strada un po' impervia.

Per raggiungere la tomba partite dal centro di Paulilatino, proprio da palazzo Atzori, infatti sarebbe ideale visitare questo sito dopo aver visto il museo. Restate nella strada principale e dirigetevi verso la ex ss131 direzione Bauladu. Dopo circa 4/5 km se siete fortunati noterete un piccolissimo cartello sulla sinistra che indica la presenza della tomba. La stradina parte subito in salita con uno sterrato poco promettente.

Continuate fino a oltrepassare la linea ferroviaria e dopo circa 500 metri vi troverete di fronte un piccolo spiazzo dove poter parcheggiare. Da qua continuate a piedi entrando da un piccolo cancelletto in legno e proseguendo per circa 50 metri sulla destra finché non vedrete la tomba. Con le coordinate sarà tutto più semplice! 😊


📍Tomba dei giganti Mura Cuada



4️⃣ Nuraghe Lugherras. (Paulilatino)

A metà strada tra il nuraghe Losa di Abbasanta ed il pozzo sacro di Santa Cristina si trova un Gigante poco conosciuto e ben nascosto. Il nuraghe Lugherras è un fantastico nuraghe complesso davvero imperdibile. Tra le sue particolarità si può osservare un bellissimo "rifascio" nella torre principale. La torre conserva la copertura ancora integra. Curiosità': il nome "Lugherras" ha origine dal ritrovamento di centinaia e centinaia di lucerne votive trovate all'interno della torre principale 😊.

nuraghe, pietre, piante
Nuraghe Lugherras. (Paulilatino) - Ph. BIBI PINNA

Piccolo consiglio, la strada per raggiungerlo è "simile" a quella della tomba di Mura Cuada, quindi prestate attenzione 😊


📍Nuraghe Lugherras




5️⃣ Nuraghe Losa (Abbasanta)

Tra i nuraghi più belli e famosi di tutta la Sardegna. A due passi dalla ss131 questa meraviglia vi lascerà senza parole. Diciamo pure che ho un debole per lui... comunque tre piccole curiosità sul nuraghe Losa:

1. Sapete a cosa deve il suo nome? Gli anziani del paese lo hanno sempre conosciuto con il nome di nurache ‘e losas, cioè nuraghe delle tombe, questo grazie alle urne cinerarie romane presenti a circa 100 metri dal nuraghe.

nuraghe, pietre, resti archeologici
Nuraghe Losa (Abbasanta) - Ph. BIBI PINNA

2. L'intero complesso nuragico, compreso il villaggio, è circondato da una cinta muraria vagamente ellissoidale di 172 x 268 metri.

3. A differenza di altri nuraghi di tipo complesso il nuraghe Losa non possiede un cortile, una vera rarità. Un'altro esempio simile lo troviamo nel bellissimo Nuraghe Aeddos di Orotelli.


L'area archeologica è gestita con guide straordinarie 😊

📍Nuraghe Losa

0785 52302




6️⃣ Nuraghe Zuras (Abbasanta)

Terminiamo la giornata con questo bellissimo monotorre di basalto. Tra le caratteristiche che hanno reso "famoso" il nuraghe Zuras, vi è la particolarità che, durante il solstizio invernale i raggi del sole vanno a finire esattamente nel bel mezzo della nicchia centrale e si colloca in una spazio tra diversi massi. Ovviamente merita una visita in qualsiasi giorno dell'anno 😄


📍Nuraghe Zuras


E con questo, per oggi, ho concluso. Spero di avervi fatto venire voglia di scoprire la nostra bellissima isola ❤️ vi ricordo che potete seguirmi anche su Instagram per altri consigli😊⬇️ https://instagram.com/fabrizio_bibi_pinna

85 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page